Ci sono crimini peggior del bruciare libri.
Uno di questi è non leggerli.Iosif Aleksandrovich Brodsk
Éntula

Éntula a Porto San Paolo: Silvia Greco


Lìberos, la comunità dei lettori sardi, presenta: 

Silvia Greco, Un'imprecisa cosa felice (Hacca)
Libreria Ubik, ore 19
con Roberto Delogu e Cristian Mannu


  Silvia Greco, nata a Genova nel 1972, vive da sempre a Torino dove lavora come impiegata assicurativa. Durante l’università è stata redattrice del Baretti, rivista letteraria di ateneo, in cui si è occupata prevalentemente di poesia; successivamente ha fondato, insieme a due amiche, il trio di cabaret Le Spaventapassere, con cui ha calcato i palchi di tutta la penisola. A Torino ha gestito, insieme ad alcuni amici storici, il circolo arci Pueblo, che è stato per anni riferimento per le attività artistiche, sociali e ricreative della città.  Recentemente, come un vagabondo che ritorna a casa dopo essersi riempito gli occhi di mondo, è tornata alla scrittura. 

Un’imprecisa cosa felice (Hacca edizioni, 2017) è il suo primo romanzo.  Quando gli oggetti a noi più cari si spezzano, si ammaccano, smettono di funzionare, di colpo diventiamo immobili e tristi. Ma cosa succede quando sono le persone a rompersi, magari in modo ridicolo, assurdo, con partenze stupide e improvvise? Un’imprecisa cosa felice racconta, facendoci sorridere e commuovere, gli imprevedibili risvolti nelle vite strampalate di Marta, di suo zio Ernesto e di Nino. Storie di chi resta e non si arrende al dolore, di chi riesce, nonostante tutto, a farsi accecare dalla meraviglia. Specie se fuori ci sono un prato verde e un sole buono a scaldare.

Evento realizzato con il contributo di:
Regione Autonoma della Sardegna
Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Fondazione di Sardegna
e in collaborazione con Libreria Oltre il mare di Porto San Paolo



I Libri di questo evento


  • Un'imprecisa cosa felice
    di Silvia Greco
    edito da Hacca nel 2017

    Valutazione media: non ancora valutato