Mai imprestar libri, non uno fa ritorno; i soli che ho in biblioteca sono quelli che altri mi hanno imprestato.France Anatole
Éntula

Equilibrismi & Éntula: incontro con Igoni Barrett


Equilibrismi&Éntula: incontro con A. Igoni Barrett

Dialogherà con l'autore Andrea Serra
Mercoledì 19 Settembre ore 18.30
Teatro di Sant'Eualia, 
Vico Collegio 2, Cagliari. 

Dopo l'evento sarà possibile visitare la mostra di letteratura africana nella biblioteca di KaraLettura Associazione Culturale adiacente al teatro

La serata è organizzata nell'ambito del progetto EquiLIBRIsmi, finanziato dalla Regione Sardegna L. 46/90, diretto all’integrazione e inclusione dei migranti attraverso la gestione di una biblioteca multiculturale e bookcrossing in città.
Il progetto è promosso dalle associazioni Genti de Mesu, La Malince Onlus e KaraLettura Associazione Culturale, in collaborazione con Lìberos e GUS - Gruppo Umana Solidarietà. 
L'evento è inserito all'interno del Festival Éntula. 


  A. Igoni Barrett è nato a Port Harcourt, in Nigeria, nel 1979. Fellow, tra gli altri, del Chinua Achebe Center e del Norman Mailer Center, ha esordito nel 2005 con la raccolta di racconti From Caves of Rotten Teeth, tra cui figura The Phoenix, premiato quello stesso anno dalla Bbc.

Con Culo nero, il suo primo romanzo, e la raccolta di racconti L’amore è potere, o almeno gli somiglia molto (pubblicati da 66thand2nd nel 2017 e nel 2018), si è imposto sulla scena della letteratura nigeriana di oggi insieme a Helon Habila, Chimamanda Ngozi Adichie e Teju Cole. In Éntula li presenta entrambi. Culo nero parla di un ragazzo nero di Lagos che la mattina in cui ha un importante colloquio di lavoro si sveglia, si guarda allo specchio ed è bianco: è diventato un oyibo con gli occhi verdi e i capelli rossi. “Culo nero parla in maniera diversa a pubblici diversi ed è anche indirizzato ai lettori occidentali. La mia idea è quella di far capire cosa significhi far parte di una minoranza. In occidente essere nero vuol dire far parte, appunto, di una minoranza all’interno di una popolazione prevalentemente bianca. Ecco, io volevo rovesciare questa idea e proporre al lettore occidentale di sentirsi in un certo momento una minoranza. Questo è quindi l’aspetto sociologico del mio esperimento; d’altra parte è fondamentale la componente comica perché amo soprattutto leggere una letteratura che esprima il divertimento e con la mia scrittura cerco di far divertire il lettore.
  L’amore è potere, o almeno gli somiglia molto. Quando c’è di mezzo l’amore, la prima impressione è spesso sbagliata. Che succede se un bambino salta regolarmente la scuola e si rintana in un Internet café, dove si spaccia per una donna allo scopo di spillare quattrini ai suoi amanti virtuali? Com’è la vita di un uomo che soffre di alitosi e passa le giornate a viaggiare sui mezzi pubblici di Lagos? E quella di un trentenne innamorato da una vita della giovane cugina, che ha quindici anni meno di lui e si è trasferita a casa sua dopo la morte del padre? Dopo il successo di Culo nero, Igoni Barrett torna con nove sorprendenti racconti, intrecciati con maestria sullo sfondo dell’irrequieta Nigeria di oggi. Dosando umorismo, tenerezza e indicibili scoppi di violenza, dà vita a personaggi commoventi alle prese con le loro umane e talvolta grottesche imperfezioni, in un mondo sempre in bilico tra tecnologia e tradizione, dove l’amore è potere tanto quanto il denaro.

 
Evento realizzato con il contributo di:
Regione Autonoma della Sardegna
Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Fondazione di Sardegna
e in collaborazione con le Associazioni KaraLettura, Genti de Mesu, La Malince di Cagliari, Libreria Mieleamaro di Cagliari, e Sardex, un'isola in rete,