Nessun vascello c'è che, come un libro, possa portarci in contrade lontane.Dickinson Emily
Éntula

Riflessioni utili

Che tu sia in America o a Silanus, se resti solo muori

Questo articolo è uscito il 3 di gennaio sul portale americano The Atlantic Cities. Lo abbiamo tradotto e ve lo proponiamo perché contiene interessanti spunti di riflessione (e anche qualche dato) sul valore delle reti sociali quando succede un disastro. La capacità di un sistema di ripristinare il proprio equilibrio vitale dopo un danno si chiama resilienza; ce l'hanno gli ecosistemi, ma la possiedono anche i sistemi umani e spesso ce ne dimentichiamo. Il prezioso indice di resilienza aumenta quando aumentano le relazioni sociali strutturate. Ecco perchè questo pezzo, che in apparenza parla dell'uragano Sandy e di New York, in realtà parla di noi e della crisi economica che stiamo vivendo.
Quando ci si occupa di grandi eventi metereologici, quelli che i cambiamenti climatici stanno rendendo sempre più comuni, potenziare le infrastrutture è indubbiamente importante. Ma i legami sociali di vicinato – quel tipo di relazioni che si nutre di caffè presi insieme al bar all'angolo e di chiacchierate sul marciapiede – possono pesare nella stessa misura delle infrastrutture quando si tratta di salvare delle vite.