Un libro è un giardino che puoi custodire in tasca.Proverbio cinese
Éntula

E-leggiamo le persone giuste: lettera dei lettori ai loro candidati

598355_437465199635344_1711105812_nForse non lo sapete, ma il 24 e 25 febbraio non si vota solo nei seggi istituzionali: anche le librerie per due giorni diventeranno urne dove esprimere un voto. I librai sono impazziti? No, ma insieme ai bibliotecari, al Centro nazionale del Libro e a molte altre realtà promotrici di lettura, sono impegnati nella stesura di una legge sul libro che in Europa è presente in quasi tutti i paesi e in Italia invece non sembra una priorità per nessuno. C'è solo un momento in cui i politici sembrano fermare la loro giostra di reciproche autoreferenzialità e rivolgersi con attenzione ai cittadini: questo momento sono le elezioni. Perché allora non cogliere l'occasione per chiedere loro, da lettori, di assumersi un impegno per proteggere e aumentare i tassi di lettura nel paese? Per questo motivo nelle librerie di tutta Italia sarà possibile firmare una lettera aperta ai candidati e alle candidate a queste elezioni politiche. In Sardegna le librerie che resteranno aperte per questa iniziativa sono Corso Libri Piazza Repubblica (Corso Vittorio Emanuele a Cagliari), Libreria Mondadori Atene Sarda (Nuoro), Libreria Godot (Isili), Libreria EmmePi (Macomer) e libreria Koiné (via Roma a Sassari). Ecco il testo della lettera.