Dovunque si bruciano i libri, si finisce per bruciare anche gli uomini.Heinrich Heine
Éntula

La campanella suona per tutti

Durante l'ultima tornata elettorale girava sul web l'appello di un'insegnante, Claudia Pepe. Sicuramente la prof aveva in mente, oltre al degrado strutturale della scuola pubblica, anche le parole di Calvino (“Un Paese che distrugge la sua scuola non lo fa mai solo per soldi, perché le risorse mancano, o i costi sono eccessivi. Un Paese che demolisce l’istruzione è già governato da quelli che dalla diffusione del sapere hanno solo da perdere.”). Su questo tema è tornato anche Fabio Geda, su "La Stampa", con un articolo sull'importanza della scuola pubblica nella formazione dei cittadini di domani e nell'educazione alla consapevolezza.