Quanti di noi sarebbero naufraghi senza speranza in una notte atlantica, senza le voci che si levano e ci chiamano dai libri.Guido Ceronetti
Éntula

Buone notizie

Mo­go­rel­la inau­gu­ra la nuo­va bi­blio­te­ca

MogorellaFon­da­re bi­blio­te­che è co­me co­strui­re an­co­ra gra­nai pub­bli­ci, am­mas­sa­re ri­ser­ve con­tro l'in­ver­no del­lo spi­ri­to che da mol­ti in­di­zi, mio mal­gra­do, ve­do ve­ni­re.
Mar­gue­ri­te Your­ce­nar  

La nuo­va Bi­blio­te­ca co­mu­na­le di Mo­go­rel­la, che è sta­to gra­na­io pub­bli­co e or­mai da ol­tre due de­cen­ni bi­blio­te­ca, ha frui­to di un in­no­va­ti­vo re­sty­ling nel pia­no su­pe­rio­re, che ne ha cam­bia­to ra­di­cal­men­te pro­fi­lo e fun­zio­ni. La bi­blio­te­ca è ora un cen­tro cul­tu­ra­le po­li­va­len­te che as­sol­ve a tut­te le esi­gen­ze del­la sua uten­za e sa­rà pos­si­bi­le vi­si­tar­la in que­sta nuo­va ve­ste gio­ve­dì 28 apri­le al­le 18.30, quan­do sa­rà inau­gu­ra­ta dal­le au­to­ri­tà co­mu­na­li in una da­ta sim­bo­li­ca: Sa die de sa Sar­di­gna.