Appartengono alla letteratura tutti i libri che si possono leggere due volte.Nicolás Gómez Dávila
Éntula

Notizie



Notizie taggate Istat


Buone notizie: La let­tu­ra e il “ca­so Sar­de­gna”

istatL’I­STAT ha ap­pe­na fat­to co­no­sce­re i da­ti sul­la let­tu­ra di li­bri in Ita­lia nel 2014. Le co­se non van­no be­ne: con­ti­nua il ca­lo dei let­to­ri (il 41,4% de­gli ita­lia­ni ha let­to al­me­no un li­bro nel­l’ar­co del­l’an­no, ri­spet­to al 43% del 2013 e al 46% del 2012), che ci ri­por­ta esat­ta­men­te al­la si­tua­zio­ne del 2002. A quat­tro an­ni di au­men­to del­la per­cen­tua­le dei let­to­ri re­gi­stra­to dal 2007 al 2010, sia pu­re di un pun­to al­la vol­ta, fa se­gui­to un pe­rio­do di de­cre­sci­ta piut­to­sto pre­ci­pi­to­sa: nel­l’ul­ti­mo bien­nio qua­si cin­que pun­ti per­cen­tua­li in me­no.
Visualizza

Contributi: I nu­me­ri ci rac­con­ta­no la let­tu­ra in Sar­de­gna

Piccoli lettori crescono (ph Alecani)Di Ni­co­lò Mi­ghe­li - I sar­di leg­go­no, non è una no­vi­tà. O al­me­no leg­go­no quan­to si leg­ge me­dia­men­te in Ita­lia, an­zi qual­co­sa in più, uno stri­min­zi­to 0,2. Ov­ve­ro Ita­lia 42,0% e Sar­de­gna 42,02%. I mo­ti­vi, è sta­to det­to più vol­te, so­no le­ga­ti a una cer­ta dif­fu­sio­ne di bi­blio­te­che pub­bli­che nel ter­ri­to­rio, for­se an­che ai fe­sti­val let­te­ra­ri, al­le pre­sen­ta­zio­ni di li­bri. Il fat­to che mol­ti sar­di scri­va­no è si­cu­ra­men­te un aspet­to che fa­ci­li­ta l’a­bi­tu­di­ne al­la let­tu­ra. Ne­gli ul­ti­mi de­cen­ni poi, mol­ti scrit­to­ri e scrit­tri­ci han­no rag­giun­to no­to­rie­tà in­ter­na­zio­na­le  e que­sto è un ul­te­rio­re fat­to­re di in­cen­ti­va­zio­ne. Va­le il no­to prin­ci­pio del­l’oc­chio stra­nie­ro che dà va­lo­re a quel­lo che l’a­bi­tu­di­ne por­ta a sot­to­va­lu­ta­re. C’è da es­ser­ne con­ten­ti? Sì, ma so­lo in par­te. 
Visualizza