L'uomo costruisce case perché è vivo, ma scrive libri perché si sa mortale. Vive in gruppo perché è gregario, ma legge perché si sa solo.Daniel Pennac
Éntula

Notizie



Notizie taggate Macomer


Appuntamenti imperdibili: Scrittori a piede Lìberos: Paolo Giordano

 

Locandina GIORDANOQuando ha vinto il Premio Strega Paolo Giordano non aveva ancora compiuto ventisei anni. Laureato appena due anni prima in fisica a Torino, pubblicò con Mondadori il suo romanzo d'esordio La solitudine dei numeri primi – grazie al formidabile intuito di Antonio Franchini, allora editor della narrativa italiana della casa editrice milanese – e fu un successo al di là di ogni aspettativa. Fu il più giovane scrittore a vincere il premio e riuscì a vendere qualcosa come un milione di copie in Italia. Poi sono passati cinque anni.

Visualizza

Appuntamenti imperdibili: Scrittori a piede Lìberos: Arturo Robertazzi

Locandina-ROBERTAZZICi abbiamo preso la mano... anzi, il piede! Torna "Scrittori a piede Lìberos", nato per far incontrare i lettori con gli autori che - per costi, distanze e disponibilità - non potrebbero mai raggiungere tutti quelli che vorrebbero invece conoscerli e sentirli parlare delle loro opere. 

Comincia giovedì a Nuoro il tour sardo di Arturo Robertazzi, scrittore salernitano che vive a Berlino, che toccherà Macomer, Sassari, Samugheo e Cagliari; il tour è possibile grazie all'ALSI, alle librerie Mondadori Atene Sarda e Messaggerie sarde, alla biblioteca di Samugheo e all'editore di Robertazzi, Aìsara. 

Visualizza

Lìberos alla Mostra del libro di Macomer

La mostra del libro di Macomer è un appuntamento che - pur tra alti e bassi - si può considerare a buon diritto storico nel panorama editoriale dell'isola. Quest'anno la cittadina del Marghine si prepara per la dodicesima volta ad accogliere scrittori ed editori, presentando un programma dove compaiono anche alcuni autori Lìberos e le loro case editrici. Si comincia il 25 ottobre con una giornata piuttosto dedicata soprattutto alle scuole, al termine della quale si esibirà un duo di eccellenza che interesserà molto di più gli adulti: la voce magnetica di Giovanni Carroni e i mille strumenti di Gavino Murgia portano infatti in scena i monologhi di Mialinu 'e Crappinu ispirati agli scritti di Pira.

Visualizza

Appuntamenti imperdibili: I librai di domani

Locandina SSUStanno per chiudersi le iscrizioni al Corso di Alta Formazione in Gestione della Libreria della SLI-Scuola Librai Italiani, la scuola di formazione dell'Ali che ha sede a Roma nel prestigioso Teatro dei Dioscuri. E noi, che nella formazione dei librai riponiamo la speranza per il presente della lettura, prima ancora che per il suo futuro, vi invitiamo in libreria per avere informazioni sul corso e sulla scuola. Ma non solo.

Oggi, in cinque città gli scrittori si prestano a fare i librai per un giorno (sperando che i librai non si vendichino diventando scrittori!).

Visualizza

Appuntamenti imperdibili: Fundraising: a Oristano un corso per gli organismi che fanno promozione della lettura 

Oristano, Centro Servizi Culturali UNLA, Sala lettura, Emeroteca
Tutti a dire che i fondi pubblici non bastano più a sostenere le attività culturali, che bisogna attuare strategie di fundraising... Sì,  ma come? I Centri Servizi Culturali UNLA di Macomer Oristano, in collaborazione con il Servizio beni librari della Regione Sardegna, organizzano due seminari di aggiornamento sulle strategie e tecniche di fundraising.
Visualizza

Appuntamenti imperdibili: A Ma­co­mer se­mi­na­ri gra­tui­ti per ope­ra­to­ri cul­tu­ra­li

10947222_1530973913854581_8555634960518024065_nIl Cen­tro Ser­vi­zi Cul­tu­ra­li di Ma­co­mer in col­la­bo­ra­zio­ne con “Ome­ro. Scrit­to­ri che rac­con­ta­no li­bri” e “Li­be­ros, la co­mu­ni­tà dei let­to­ri sar­di” or­ga­niz­za tre im­por­tan­ti se­mi­na­ri de­di­ca­ti al­la let­tu­ra e de­sti­na­ti ai bi­blio­te­ca­ri, agli in­se­gnan­ti, agli ope­ra­to­ri cul­tu­ra­li e al­le as­so­cia­zio­ni.
 
Ome­ro è un cor­so di for­ma­zio­ne per in­se­gnan­ti, bi­blio­te­ca­ri e ope­ra­to­ri cul­tu­ra­li co­me non lo ave­te mai ascol­ta­to pri­ma: un mo­du­lo di­dat­ti­co in­no­va­ti­vo e tra­di­zio­na­le al tem­po stes­so, che ri­spon­de al­la con­ti­nua ri­chie­sta di stru­men­ti di ag­gior­na­men­to e di dia­lo­go tra mo­der­ni­tà e clas­si­ci.
Visualizza