Il libro non è un ente chiuso alla comunicazione: è una relazione, è un asse di innumerevoli relazioni.Jorge Luis Borges
Éntula

Notizie



Campo delle storie di Sàdali, un sogno in cerca di futuro

In Sardegna ci sono tre parchi letterari; uno è dedicato a Grazia Deledda, uno a Giuseppe Dessì e uno a D.H. Lawrence. L'associazione Alba Scriptorum ha fatto nascere un nuovo parco letterario in Sardegna, unico nel suo genere, che secondo noi interpreta intensamente lo spirito Lìberos. Non è infatti dedicato alla memoria di uno scrittore, ma a tutti gli scrittori del mondo, del passato e del presente e del futuro, e non solo: anche a tutta la cultura orale portatrice di storie. Il parco si estende per due ettari tra uliveti e boschi di sughere e idealmente si allarga in tutto il territorio di Sàdali attraverso le "Stazioni Dormienti", risvegliate man mano dagli scrittori e dagli artisti durante gli eventi che l'associazione organizza. Hanno bisogno di aiuto.
Visualizza

Se l'editore scaltro ti denuncia e vince

Linda Rando quando ha aperto il sito Writer's Dream era giovanissima, ma con le idee molto chiare sulle trappole dell'editoria. Il tentativo di pubblicare le aveva rivelato l'esistenza di una strana specie di editore: quella che, anzichè investire il suo denaro nelle scritture nuove, chiedeva i soldi agli autori in varie forme, o con un contributo diretto alla pubblicazione o con l'acquisto obbligatorio di copie. Immaginando che molti come lei potessero aver vissuto la stessa esperienza e magari esserci cascati per pura ignoranza della realtà editoriale, Linda insieme a qualche amico ha deciso di dare battaglia agli editori a pagamento che speculano sui sogni degli aspiranti scrittori.
Visualizza

Scrittori a piede Lìberos: Daria Bignardi a piede Lìberos

Locandina BIGNARDISe Daria Bignardi fosse un animale sarebbe senza dubbio un gatto, tante sono le vite pubbliche attraverso cui è passata con felina leggerezza. Giornalista di cronaca prima e di cultura poi, è stata pioniera del reality televisivo, ma gli è sopravvissuta senza troppi graffi. Nel 2004, quando negli studi televisivi si veniva invitati per alzare lo share a suon di urla, lei si è inventata una formula garbata per fare talk show senza costringere gli ospiti a menarsi a vicenda: il risultato è che oggi, a dispetto del nome, il salotto delle Invasioni Barbariche è senza dubbio il più chic del piccolo schermo italiano. Nel frattempo, non paga di questi successi, ha esordito con la scrittura letteraria, infilando una tripletta di romanzi che in cinque anni l'hanno portata ad essere tradotta in otto paesi e venduta nelle librerie come il pane. Una donna ecclettica dunque, o forse (come tutti) solo molto inquieta, alla continua ricerca di un equilibrio che - se c'è - si annida nell'orizzonte che ancora non si è raggiunto.
Visualizza

"Orti, arti e giardini",  festa Slow Food a Cagliari  

 
Volantino-1Un primo passo per iniziare ad assaporare ciò che la biodiversità, l’ecosostenibilità e il buon cibo  possono offrire e percorrere insieme la strada del consumo consapevole. Si comincia sabato 25 e si va avanti anche domenica 26 a Cagliari con la nuova edizione della rassegna Dall’orto al paesaggio ospite di Monte Claro, quest’anno dedicata al tema “Orti, arti e giardini”. Per due giorni il parco si trasforma in una mostra mercato aperta a tutti dove vivaisti provenienti dalla Sardegna e dall’Italia, produttori isolani promossi da Slow Food Cagliari e artigiani saranno i protagonisti negli oltre settanta stand con in mostra progetti sul tema del verde, esempi di giardini e orti, eventi musicali, laboratori per bambini e adulti, mostre fotografiche.
Visualizza

Addio a don Gallo, prete senza collari


O ti piaceva o lo detestavi, don Andrea. Non aveva mezze misure con la vita, ma per i poveri e gli ultimi ha aggiustato il metro mille volte, perché non sopportava di vedere regole troppo strette applicate a chi faticava già tanto a reggersi in piedi. Per questo nelle sue invettive pubbliche prendeva di mira soprattuto quella che considerava la feccia dell'umano: la categoria senza redenzione di chi esercita la forza sempre sui deboli e sugli sventurati. Ieri è morto dopo una vita intensa, vissuta tutta nel segno dell'anticonformismo e dell'autenticità. Cosa ci ha lasciato questo prete senza padroni?
Visualizza

Appuntamenti imperdibili: Enrico Pandiani a piede Lìberos

Locandina PANDIANIIl buio. Un movimento, uno sparo, un rivolo di sangue che attraversa la lama di luce. Lo scalpiccio frenetico di una fuga, la città che scorre e lo sguardo improvviso di una bella donna. Il sapore delle sue labbra, la morbidezza del suo seno. Una violenza improvvisa, un inseguimento e un boccone amaro da inghiottire. Nel finale, un domani incerto. Questo è il noir per Enrico Pandiani, scrittore ad alta tensione rubato al fumetto ormai da quattro anni e ancora non restituito. La Sardegna lo avrà ospite per quattro date a partire dal 24 maggio a Cagliari, in qualità di scrittore a piede Lìberos. Ma chi è Enrico Pandiani?
Visualizza

Addio a un'altra libreria? Sassari sabato si mobilita

cartaStiamo cadendo come mosche, dicono. E uso il plurale, stiamo, accompagnato da gesti scaramantici e apotropaici. Perché a rischio-caduta siamo tutti: librai, editori, autori, bibliotecari ma anche lettori. “Oggi a me, domani a te” è una di quelle frasi che piombano dall’alt(r)o quasi come maledizioni. Ma basterebbe rovesciarla, “Oggi a te, domani a me”, per farne un motto preventivo che scateni quel coinvolgimento emotivo che spesso latita, presi come siamo a correre come mosquitos inseguiti dal Raid e a pensare che “tanto, certe cose succedono sempre agli altri”.
Gli altri, oggi, sono Franca e i suoi Petali di Carta: l’unica libreria per ragazzi di Sassari che ha appena annunciato la chiusura, a giugno.
Visualizza

Gianni be good: This Is The End

Non ricordo con precisione quand’è stata la prima volta che ho sentito la musica dei Doors, forse frequentavo l’ultimo anno delle medie, o forse avevo appena iniziato il liceo, chissà. Però ricordo perfettamente che a impressionarmi non era stata la voce di Jim Morrison, le cui spoglie d’altra parte già riposavano al Père Lachaise. Più che il canto, più che i testi delle canzoni, era stato il suono liquido delle tastiere a farmi uscire di testa, a lasciarmi sbigottito, proprio di sasso.
Visualizza

SalTo13 - secondo giorno

Secondo giorno fulminante: decine di persone allo stand a sentire gli autori, i dibattiti e ad ammirare la grafica accattivante dello spazio agorà di Lìberos. Ecco un assaggio degli eventi che vi state perdendo. Per vedere la gallery basta cliccare sulla foto
 
Visualizza

Ecco la "Lettera ultima"   di Giorgio Todde

toddePare che abbia gradito particolarmente la data dell’uscita in libreria, 22 maggio. Solo perché ormai lontana dal Salone del libro di Torino, fatto dunque che lo tiene distante dal consueto bagno di folla e dal rito della presentazione in pompa magna che Giorgio Todde non ha mai amato. È certo invece che lo scrittore cagliaritano, apprezzato per la serie dell’imbalsamatore Efisio Marini nata in casa Il Maestrale, torna al romanzo per quelli di Rizzoli con “Lettera ultima”, 180 pagine, 17 euro.
Visualizza