Un libro è un giardino che puoi custodire in tasca.Proverbio cinese
Éntula

Éntula ad Assemini: Caterina Bonvicini


Foto BONVICINI CATERINAIl comune di Assemini e Lìberos, la comunità dei lettori sardi, presentano:



Caterina Bonvicini, Fancy red (Mondadori)
Chiesa di San Cristoforo, ore 21.00
con Michele Biccone
 

Caterina Bonvicini è bolognese, ma vive fra Roma e Milano. Ha pubblicato: Penelope per gioco (Einaudi, 2000), Di corsa (Einaudi, 2003), I figli degli altri (Einaudi, 2006), L’equilibrio degli squali (Garzanti, 2008), Il sorriso lento (Garzanti, 2011), Correva l’anno del nostro amore (Garzanti, 2014), Tutte le donne di (Garzanti, 2016). Ha vinto numerosi premi, fra cui il Bottari Lattes Grinzane, il Rapallo Carige e il premio internazionale Grand Prix de l’Héroïne Madame Figaro. I suoi romanzi sono stati pubblicati dai più importanti editori in vari paesi, tra cui Germania, Spagna, Olanda e Francia, dove, per Gallimard, hanno ottenuto un grande successo. Collabora con “L’Espresso” e “Robinson”, l’inserto culturale della “Repubblica”.


In Éntula presenta Fancy Red (Mondadori). Rodi, Grecia, estate, notte. In una camera di albergo tre persone, due donne e un uomo. Quando l’uomo apre gli occhi, sua moglie Ludò è morta. “Sei stato tu” gli dice l’altra donna, Isabel, una giovane e bella cameriera.
Filippo è un gemmologo trentenne, lavora per le più importanti case d’aste del mondo, con una sola regola: le gemme sono fatte per essere ammirate, non possedute. Regola che Filippo ha sempre seguito fino a che non ha incontrato la gemma più preziosa: un Fancy Vivid Red, un diamante rosso dal valore inestimabile, montato su un piercing come fosse uno zircone qualsiasi. E la proprietaria del diamante: Ludò. Giovane, ribelle, bellissima. Filippo e Ludò si sono amati, di un amore geloso e passionale, in un gioco erotico che li ha portati ai quattro angoli del mondo. Adesso Ludò è morta. Filippo di quella notte fatale non ricorda nulla. Sa solo che lui e Isabel, nel panico, si sono sbarazzati del corpo di Ludò. Ma Isabel non ha resistito alla tentazione di sottrarle il Fancy Vivid Red che indossava sempre, per rivenderlo. La polizia lo ha ritrovato. E quel diamante perfetto è tornato, come un fantasma pronto a perseguitare Filippo.
Un romanzo dal respiro globale, che parte da un epicentro milanese e si espande, procedendo per flashback e rivelazioni, nello spazio e nel tempo, dall’assedio di Sarajevo alla crisi argentina del 2001, dalle bettole dell’Avana ai ristoranti di Anversa. Fancy Red è un noir hitchcockiano, un thriller psicologico pervaso da una suspense costante, una bellissima storia d’amore il cui protagonista indiscusso è il desiderio, indomabile e capriccioso come Ludò e la sua pietra. Di questo romanzo – costruito come un ottaedro, la struttura cristallina della gemma – i diamanti sono il perimetro e il filo rosso: “condannati a guardare da vicino la miseria estrema e la ricchezza estrema”, nelle mani di Caterina Bonvicini diventano uno strumento perfetto per raccontare l’abisso spaventoso che separa potere e sottomissione, ricchezza e povertà.

     
Evento realizzato con il contributo di:
Regione Autonoma della Sardegna
Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Fondazione di Sardegna
Comune di Assemini

e in collaborazione con Sistema Bibliotecario Bibliomedia, Pro Loco di Assemini, Libreria Mieleamaro di Cagliari, Mondadori Sardex, un'isola in rete.



I Libri di questo evento


  • Fancy red
    di Caterina Bonvicini
    edito da Edizioni Mondadori nel 2018

    Valutazione media: non ancora valutato