I libri migliori sono quelli che ci consentono di leggere ciò che sta scritto in noi stessi.Giovanni Soriano
Éntula
×

Noi siamo Lìberos, e tu?




Perché per leggere alcuni contenuti occorre registrarsi?

Molte persone che vorrebbero leggere i nostri contenuti ci dicono di aver rinunciato a farlo perché occorre registrarsi. Alcuni lo percepiscono come un limite alla diffusione dei contenuti, altri come un'estorsione di dati, altri semplicemente come una perdita di tempo. Noi abbiamo ragionato a lungo prima di prendere la decisione di rendere i contenuti visibili solo agli iscritti. Quelli che seguono sono i cinque principali motivi per cui per leggere la homepage di Lìberos.it occorre registrarsi. Questo post resterà sempre in evidenza.

Leggi tutto

Partner: Di co­sa par­lia­mo quan­do par­lia­mo di Sar­dex

Mo­ne­ta a chi­lo­me­tro ze­ro. Mo­ne­ta al­ter­na­ti­va a tas­so ze­ro. Mo­ne­ta vir­tua­le con­tro la cri­si. Cir­cui­to di cre­di­to com­mer­cia­le. Mer­ca­to pa­ral­le­lo. Sem­bra che quan­do si par­la di Sar­dex si par­li so­lo di sol­di. Ma è so­lo que­sto, Sar­dex?
Sul­le ma­gliet­te di Lì­be­ros c’è scrit­to Con la cul­tu­ra si man­gia, e non ab­bia­mo cer­to ti­mo­re di par­la­re di sol­di, noi, ché chi la­vo­ra nel­la cul­tu­ra non è un’a­ni­ma bel­la che vi­ve d’a­ria. Ep­pu­re, quan­do pen­sia­mo a Sar­dex, noi di Lì­be­ros ve­dia­mo al­tro, so­prat­tut­to al­tro.

Partner: Ser­ren­ti ade­ri­sce a Lì­be­ros

SerrentiIl co­mu­ne di Ser­ren­ti ha de­li­be­ra­to di ade­ri­re a Lì­be­ros. Mol­ti am­mi­ni­stra­to­ri ci stan­no con­tat­tan­do per ca­pi­re co­me pos­so­no fa­re lo stes­so. Non è dif­fi­ci­le: il pri­mo at­to è una de­li­be­ra di ade­sio­ne al cir­cui­to e al co­di­ce eti­co da par­te del­l'en­te (man­da­te­ce­la, pe­rò, se no non sap­pia­mo che ci sie­te!) Se sei un am­mi­ni­stra­to­re e vuoi sa­per­ne di più, scri­vi a se­gre­te­ria@​li­be­ros.​it

Contributi: I nu­me­ri ci rac­con­ta­no la let­tu­ra in Sar­de­gna

Piccoli lettori crescono (ph Alecani)Di Ni­co­lò Mi­ghe­li - I sar­di leg­go­no, non è una no­vi­tà. O al­me­no leg­go­no quan­to si leg­ge me­dia­men­te in Ita­lia, an­zi qual­co­sa in più, uno stri­min­zi­to 0,2. Ov­ve­ro Ita­lia 42,0% e Sar­de­gna 42,02%. I mo­ti­vi, è sta­to det­to più vol­te, so­no le­ga­ti a una cer­ta dif­fu­sio­ne di bi­blio­te­che pub­bli­che nel ter­ri­to­rio, for­se an­che ai fe­sti­val let­te­ra­ri, al­le pre­sen­ta­zio­ni di li­bri. Il fat­to che mol­ti sar­di scri­va­no è si­cu­ra­men­te un aspet­to che fa­ci­li­ta l’a­bi­tu­di­ne al­la let­tu­ra. Ne­gli ul­ti­mi de­cen­ni poi, mol­ti scrit­to­ri e scrit­tri­ci han­no rag­giun­to no­to­rie­tà in­ter­na­zio­na­le  e que­sto è un ul­te­rio­re fat­to­re di in­cen­ti­va­zio­ne. Va­le il no­to prin­ci­pio del­l’oc­chio stra­nie­ro che dà va­lo­re a quel­lo che l’a­bi­tu­di­ne por­ta a sot­to­va­lu­ta­re. C’è da es­ser­ne con­ten­ti? Sì, ma so­lo in par­te. 

Riflessioni utili: L'as­so­cia­zio­ni­smo che ci fre­na

paroleingabbiaE se l'as­so­cia­zio­ni­smo, a vol­te, fos­se un fre­no per la cul­tu­ra?
Chie­der­lo in un pae­se co­me il no­stro suo­na qua­si co­me un'e­re­sia: le as­so­cia­zio­ni, in par­ti­co­lar mo­do quel­le non ri­co­no­sciu­te, so­no l'os­sa­tu­ra ci­vi­ca del­l'I­ta­lia. È at­tor­no al­l'as­so­cia­zio­ni­smo che si or­ga­niz­za la vi­ta cul­tu­ra­le dif­fu­sa sui ter­ri­to­ri, da­gli even­ti mu­si­ca­li a quel­li tea­tra­li pas­san­do per i grup­pi di ap­pas­sio­na­ti di ar­te e let­te­ra­tu­ra. In mol­tis­si­mi ca­si, le as­so­cia­zio­ni svol­go­no un la­vo­ro di al­fa­be­tiz­za­zio­ne cul­tu­ra­le di ba­se che le isti­tu­zio­ni non rie­sco­no a por­ta­re avan­ti. Co­me può, que­sto, es­se­re con­si­de­ra­to un osta­co­lo?

Pron­tua­rio di ge­stio­ne dei con­flit­ti per pa­ga­re il con­to al bar

Ogni ter­ra ha la sua sto­ria e la sto­ria del­la Sar­de­gna è fat­ta di ac­co­glien­za e di ospi­ta­li­tà (a vol­te pu­re trop­pa). Lad­do­ve in al­tri luo­ghi si fa al­la ro­ma­na o si re­ci­ta am­ba­ra­bà­cic­ci­coc­cò con le di­ta in­cro­cia­te per ve­de­re a chi il fa­to get­te­rà ad­dos­so l'o­ne­re in­gra­to di pa­ga­re il con­to, in gran par­te del­l'i­so­la av­vie­ne esat­ta­men­te l'op­po­sto: as­su­mer­si il ruo­lo di sal­da­re le con­su­ma­zio­ni al­trui è un di­rit­to di ospi­ta­li­tà di­fe­so stre­nua­men­te con­tro chiun­que cer­chi di ap­pro­priar­se­ne sen­za ave­re ade­gua­ti ti­to­li. E poi­ché i ti­to­li per in­vi­ta­re ri­ten­go­no di aver­li tut­ti, la li­tur­gia per ve­ri­fi­ca­re chi è che li pos­sie­de ve­ra­men­te è in ul­ti­ma istan­za in ma­no al ba­ri­sta. Ma non è sem­pre pa­ci­fi­co, que­sto con­ten­zio­so.

Let­tu­re an­ti­bul­li­smo

Sia­mo pro­fon­da­men­te con­vin­ti che "più cul­tu­ra per tut­ti" sia la so­lu­zio­ne a buo­na par­te dei ma­li del­la no­stra so­cie­tà. Quin­di ec­co la ri­spo­sta di Ma­re di Li­bri, il fe­sti­val dei ra­gaz­zi che leg­go­no, ai bul­li­smi di ie­ri e di og­gi: una bi­blio­gra­fia ra­gio­na­ta e ap­pas­sio­na­ta che con­di­vi­dia­mo e vi in­vi­tia­mo (que­sta sì) a far gi­ra­re.

Partner: Ales aderisce a Lìberos

Posizione del comune di Ales all'interno della provincia di OristanoIl comune di Ales ha deliberato di aderire a Lìberos. Molti amministratori ci stanno contattando per capire come possono fare lo stesso. Non è difficile: il primo atto è una delibera di adesione al circuito e al codice etico da parte dell'ente (mandatecela, però, se no non sappiamo che ci siete!).
Se sei un amministratore e vuoi saperne di più, scrivi a segreteria@liberos.it.

Chiare Stelle: Il mestiere, l’arte e la poetica dell’editore

La copertina del libro di Alberto MondadoriUn’autobiografia “non autorizzata” di Alberto Mondadori
 
Mentre sfogliavo questo libro all’ultima edizione di Più libri più liberi (la Fiera della piccola e media editoria, Roma 4-8 dicembre 2014), già pregustavo il momento in cui, dopo aver trovato un rifugio tranquillo, avrei consumato voracemente la mia preda. Ma, al di là di questa mia personale pulsione, tra la bulimia da lettore e lo slancio cannibalesco alla conte Ugolino, questo libro richiama l’interesse di tutti coloro che dei libri amano anche i processi industriali di produzione, ovvero, quelle fasi e minuzie di lavorazione, solitamente nascoste agli occhi del lettore comune, degli aspetti che vanno dai contatti dell’editore con gli autori sino alla scelta delle caratteristiche tecniche che finalmente portano un testo alla stampa in tipografia. 

Eventi


Ultime recensioni


di Nicola Lecca
edito da Mondadori nel 2017

Valutazione media:

“E’ questo l’amore?” si domanda, rendendosi conto che la vita molto toglie: ma anche molto dà. Dà in forme spesso difficili da catalogare. Dà tutto insieme: quando, ormai, avevamo smesso di sperare: vinti dalle delusioni e decisi a smettere di cercare. Dà quando non chiedevamo più e stavamo per abbandonare il campo da gioco…

Leggi tutto

Libri in lettura

Pista Nera
di Antonio Manzini
edito da Sellerio nel 2013

Valutazione media: